La laurea in Scienze Politiche, per operare in enti pubblici e privati

Per chi consegue una laurea in Scienze Politiche, si aprono delle opportunità di lavoro interessanti. Dal momento che il piano di studio di questa Facoltà ha un’impronta multiforme, orientata alla valutazione degli sviluppi e delle problematiche del mondo contemporaneo, le materie trattate spaziano per diversi campi disciplinari, conferendo ai profili in uscita una visione della società variegata e complessa. Per questa ragione, una persona in possesso della laurea in Scienze Politiche può operare all’interno di enti pubblici e privati, in posizioni di rilievo, esercitando la propria autonoma azione su diversi scenari, con ricadute a livello nazionale e internazionale.

Affiancando specialisti provenienti da percorsi affini come Giurisprudenza ed Economia, il laureato in Scienze Politiche avrà la possibilità di mettere a frutto le proprie competenze in materia di consulenza, favorendo la creazione di ambienti di lavoro dinamici, in cui i processi di analisi dei contesti istituzionali si affiancano alla pianificazione governativa, operando in sinergia con i referenti politici e i portatori d’interessi, per divulgare messaggi di rilevanza pubblica.

In questa prospettiva, esiste l’indirizzo denominato ScienzePolitiche e delle Relazioni Internazionali, che proietta i giovani verso una brillante carriera nella diplomazia. Partendo da funzioni tipiche delle Pubbliche Amministrazioni, il neolaureato potrà, con avanzamenti di carriera, giungere a posizioni diplomatiche di spicco, operando nei consolati come ambasciatore. Naturalmente, per i migliori allievi (o per i più fortunati) si schiuderanno le porte di organizzazioni prestigiose, come l’Unione Europea o le Nazioni Unite. La conoscenza dei loro meccanismi di funzionamento e la ricezione continua delle novità in ambito normativo, costituiscono quel patrimonio di competenze trasversali che rende competitivo il laureato in questo ramo delle Scienze Politiche.

Le ricadute in ambito privato per chi ha scelto un percorso di studi di taglio internazionale, riguarda quelle associazioni – come le Organizzazioni Non Governative – dotate di grandi uffici per le Pubbliche Relazioni, in cui si progettano e monitorano straordinarie campagne di comunicazione per la sensibilizzazione di persone ed enti.

Per gli studenti che invece aspirino ad entrare nel settore pubblico nazionale e locale, esiste una variante di questo corso di studio che prepara alla gestione completa delle procedure amministrative, fornendo le nozioni per il superamento dei concorsi pubblici che si svolgono ogni anno. Inoltre, rendendo idonei i neolaureati a prender parte ai corsi di specializzazione presso la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, la laurea in Scienze Politiche forma gli specialisti della burocrazia nazionale.

In un mondo del lavoro come quello di oggi, dove la necessità di sapersi adattare alle esigenze delle imprese costituisce un requisito essenziale per risultare competitivi e di reale utilità, possedere una laurea in Scienze Politiche permette di assimilare con prontezza le novità richieste dal mercato del lavoro, migliorando la propria posizione.

L’indirizzo politico sociale abilita perciò i neolaureati in Scienze Politiche a svolgere una proficua collaborazione con gli uffici marketing delle aziende private. Attraverso le conoscenze basilari di questa disciplina, potranno implementare le tecniche analitiche con l’interpretazione dei dati ottenuti mediante rilevazione, fornendo le direttrici per azioni di mercato, concertate col resto delle funzioni aziendali. Ricerche, sondaggi e focus group costituiranno il pane quotidiano di coloro che hanno trovato questo sbocco lavorativo con la laurea in Scienze Politiche.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *